Home » Istruzione » Normativa » 2009 » prot848_09
 
 
MPIAOODGOS prot. n. 848 /R.U./U
 

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per gli Ordinamenti del Sistema Nazionale di Istruzione e per l’Autonomia Scolastica
- Ufficio II-

Roma, 29 gennaio 2009

Oggetto: Valorizzazione delle eccellenze: le Olimpiadi internazionali.


La Valorizzazione delle eccellenze nasce con la legge 11 gennaio 2007 n. 1, artt. 2 e 3 e si rivolge agli studenti che frequentano i corsi di istruzione secondaria superiore delle scuole statali e paritarie e definisce, per la prima volta, in modo formale, le misure specifiche e le risorse finanziarie per valorizzare i giovani che hanno conseguito risultati di eccellenza.L’impianto normativo si conclude con il decreto legislativo 29 dicembre 2007, n. 262 che dà piena attuazione alla legge n. 1 del 2007.

Il decreto legislativo precisa e regola i criteri e le modalità per “il riconoscimento delle eccellenze nei diversi settori dell’esperienza di apprendimento” e stabilisce tra l’altro che vengano premiati: gli studenti risultati vincitori “mediante procedure di confronto e di competizione nazionali e internazionali, nonché certamina e olimpiadi”.

Pertanto, in attuazione dei Protocolli di Intesa stipulati con le seguenti Associazioni disciplinari: Unione Matematica Italiana (U.M.I.), Associazione per l’Insegnamento della Fisica (A.I.F.), Associazione Nazionale per l’Insegnamento delle Scienze Naturali (A.N.I.S.N.), la Società Astronomica Italiana (S.A.It.), la Società Chimica Italiana (S.C.I.) e l’Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico (A.I.C.A.), anche quest'anno gli studenti che frequentano le scuole secondarie di II grado potranno partecipare alle Olimpiadi Internazionali organizzate dalle Associazioni prima citate.
Le Olimpiadi assumono particolare significato in quanto costituiscono una delle possibili occasioni per far emergere e valorizzare le "eccellenze" esistenti nella scuola italiana, con positiva ricaduta sull’intero sistema educativo. A maggior ragione, se si considera che le discipline scientifiche hanno un valore strategico sia per lo sviluppo della ricerca scientifica e tecnologica sia per la formazione culturale e professionale dei giovani. Inoltre, attraverso iniziative come le Olimpiadi, si creano le precondizioni per prepararli al lavoro e agli ulteriori livelli di studio e ricerca.

Si auspica pertanto che anche quest'anno, dopo le costanti e brillanti affermazioni delle precedenti edizioni, l'Italia possa partecipare alle Olimpiadi internazionali con i suoi migliori studenti e gli stessi docenti ne traggano elementi per migliorare le tecniche di insegnamento. A livello territoriale verranno promosse e incrementate attività di formazione tese a migliorare la preparazione dei ragazzi in vista delle selezioni regionali e nazionali.

La partecipazione è aperta a tutte le scuole secondarie di secondo grado - statali e paritarie - che ritengono di avere studenti con interesse per la matematica, la fisica, l’astronomia, la chimica, le scienze e l’informatica e che possiedano adeguate capacità.

Al fine di agevolare la scelta delle singole istituzioni scolastiche, si rende noto l’elenco dei Bandi delle Olimpiadi.

Data la rilevanza delle iniziative si prega di dare ampia diffusione.

IL DIRETTORE GENERALE
F.to Mario G. Dutto

 Allegati: ELENCO DEI BANDI RELATIVI ALLE OLIMPIADI 2009 DA PROTOCOLLI D’INTESA
 OLIMPIADI DELLA MATEMATICAScarica
 OLIMPIADI DELLA FISICAScarica
 OLIMPIADI DELLA CHIMICAScarica
 OLIMPIADI DELL’INFORMATICALeggi
 OLIMPIADI DELLE SCIENZE NATURALIScarica
 OLIMPIADI DELL’ASTRONOMIAScarica
 Destinatari
Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI

e, p.c. Alle Segreterie Tecniche degli Ispettori
LORO SEDI