Home » Istruzione » Normativa » 2008 » prot815_08
 
 
Prot.AOODPIT/Segr.CD/815
 

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l'Istruzione

Roma, 8 agosto 2008

Oggetto: “Vorrei una legge che...”- A.S. 2008/2009.


Il Senato della Repubblica, nel quadro delle iniziative rivolte al mondo della scuola e in collaborazione con questo Ministero, promuove per l’anno scolastico 2008-2009 un nuovo progetto didattico-educativo che coinvolge l'ultima classe delle scuole primarie con l’intento di avvicinare anche i più piccoli alle Istituzioni.

L'iniziativa “Vorrei una legge che...” si propone di far riflettere i bambini su temi a loro vicini e di far cogliere l'importanza delle leggi sulla regolamentazione della vita di tutti i giorni incentivando il senso civico e di partecipazione democratica.

A tal fine le classi sono libere di decidere il tema (l'ambiente, l'integrazione e

uropea, lo sport, ecc.) e la modalità espressiva (testi, disegni, musiche, foto, filmati o un loro insieme) da adottare. Per la selezione delle classi si valuterà, oltre agli elaborati, anche il processo di realizzazione seguito e pertanto le classi partecipanti devono altresì presentare un sintetico "diario delle discussioni" attraverso cui verificare come:

  • i singoli ragazzi hanno proposto ai loro compagni il tema di discussione e la modalità espressiva con cui presentare l’elaborato;
  • la classe ha saputo mediare le eventuali diversità di vedute e raggiungere una soluzione condivisa.
Le scuole interessate inoltreranno domanda di partecipazione direttamente agli Uffici Scolastici Regionali di rispettiva competenza entro il 30 novembre 2008. Le domande devono contenere tutti i dati identificativi dell'Istituto e della classe partecipante, nonché copia dell'elaborato e del diario delle discussioni.

Un’apposita Commissione, costituita presso ogni Ufficio Scolastico Regionale, effettuerà una prima selezione in base ai seguenti criteri:
  • originalità, rilevanza sociale ed efficacia espressiva degli elaborati;
  • capacità di enucleare e risolvere i problemi manifestata dalla classe attraverso i diari delle discussioni.
Ciascun Ufficio Scolastico Regionale, entro e non oltre il 20 dicembre 2008, invierà al Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca – Segreteria del Capo Dipartimento per l’Istruzione – l’elenco delle scuole selezionate con i relativi elaborati e i diari delle discussioni.

Il Senato, sulla base di tali indicazioni e d'intesa con questo Ministero, effettuerà una seconda selezione per la scelta delle classi vincitrici assicurando un sostanziale equilibrio tra le diverse aree geografiche.

Gli elaborati e i diari delle discussioni delle classi vincitrici saranno oggetto di una pubblicazione a stampa edita dal Senato e saranno utilizzati dall'Ufficio comunicazione istituzionale del Senato per la realizzazione di materiali da usare nell'ambito delle attività didattico-formative con i ragazzi delle scuole elementari.

Le classi vincitrici riceveranno documentazione illustrativa sul Senato insieme ad un attestato di riconoscimento per il meritevole lavoro svolto.

Tenuto conto del valore educativo e civico dell’iniziativa si pregano le SS.LL. di sensibilizzare i Dirigenti Scolastici affinché sia opportunamente divulgata.

Si ringrazia per la collaborazione.

IL CAPO DIPARTIMENTO
F.to Giuseppe Cosentino

 Destinatari
Ai Direttori Generali degli
Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI

e, p.c.
Al Sovrintendente agli Studi della Regione
Autonoma della Valle d'Aosta
AOSTA

Al Direttore Generale del Dipartimento Istruzione della Provincia Autonoma di Trento
TRENTO

Al Sovrintendente Scolastico
per Provincia Autonoma di Bolzano
BOLZANO

All'Intendente Scolastico per la Scuola in lingua Tedesca
BOLZANO

All'Intendente Scolastico per la Scuola delle Località Ladine
BOLZANO