Home » Istruzione » Normativa » 2009 » prot2750_09
 
 
Prot. AOODGAI /2750
 

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per la Programmazione
Direzione Generale per gli Affari Internazionali
Ufficio VI- Cooperazione con organismi internazionali e accordi bilaterali con Stati non membri dell'U.E

Roma, 22 maggio 2009

Oggetto: Consiglio d'Europa - Programma "Pestalozzi" di Formazione in servizio per i "Professionisti dell'Educazione", dedicato al personale di ruolo Dirigente e Docente della scuola.


Il Consiglio d'Europa, nel quadro delle attività concernenti il settore educativo, mette a disposizione del personale della scuola , Dirigente e Docente , di ruolo , un programma denominato "Pestalozzi", che prevede la partecipazione a brevi corsi di aggiornamento, la cui durata è generalmente di 4-5 giorni, organizzati dagli Stati membri del Consiglio d'Europa, i quali stabiliscono anche, di volta in volta, i criteri in base ai quali accettare o meno le candidature proposte dagli altri Paesi membri.
La partecipazione del personale della scuola sopra citato ai corsi di aggiornamento del sistema di borse persegue le seguenti finalità:

  • conoscere il sistema scolastico e i metodi di insegnamento nonché i sistemi di formazione in uso nei differenti Stati organizzatori;
  • ampliare gli orizzonti culturali- professionali mediante lo scambio di idee, di informazione e di materiale didattico con i colleghi di altri Paesi;
  • essere in grado di diffondere nella scuola le esperienze acquisite durante i corsi. Si esclude, pertanto, l'ammissione a tali corsi per coloro che non prestino il servizio proprio della loro qualifica.
La lingua di lavoro utilizzata durante i Seminari è quella del paese ospitante, oppure l'inglese, secondo quanto stabilito dal paese ospitante medesimo. E'indispensabile quindi una buona conoscenza attiva e ricettiva della lingua di lavoro, che consenta ai corsisti di portare il loro contributo di idee e di esperienze ai lavori del seminario.
Le spese di soggiorno (vitto e alloggio) e di iscrizione sono a carico del Paese organizzatore. Le spese di viaggio, che il corsista dovrà in ogni caso anticipare, sono a carico del Consiglio d'Europa o del Paese ospitante.

1) Requisiti e modalità per la presentazione della domanda

Il personale della scuola, di ruolo, Dirigente e Docente, che svolga l'effettivo servizio proprio della relativa qualifica dovrà far pervenire entro il 30 luglio 2009 ai rispettivi Direttori Scolastici Regionali una domanda in carta semplice corredata da un curriculum e debitamente vistata dall'autorità competente (vedi schema allegato).
Alla domanda va allegata la documentazione dei titoli, nonché una certificazione comprovante una buona conoscenza attiva e recettiva della lingua, o delle lingue, che si dichiara di conoscere, rilasciata da istituzioni culturali straniere o da Istituti Universitari, con la specifica indicazione del livello di competenza raggiunto a seguito di superamento di una prova d'esame.
Gli insegnanti di lingua sono esonerati dall'allegare la predetta certificazione.

2) Scelta dei candidati.

Il Direttore Scolastico Regionale, acquisite le domande, avvalendosi della collaborazione di dirigenti scolastici, docenti ed ispettori tecnici, procederà ad una scelta dei candidati, sino ad un massimo di cinque, tenendo conto del livello di competenze linguistiche e del numero delle lingue conosciute dal candidato. Non dovranno essere segnalati dalle SS.LL i candidati già selezionati in precedenza per la partecipazione ai corsi di formazione continua del Consiglio d'Europa. Si sottolinea inoltre che, a parità di titoli posseduti, andrà data precedenza nella scelta ai Dirigenti Scolastici, in virtù della maggiore incidenza nella disseminazione delle esperienze acquisite.
L'elenco dei candidati prescelti, completo dei relativi dati anagrafici, dell'indirizzo e del numero telefonico privato, sarà inviato da ogni Direttore Scolastico Regionale, a questa Direzione Generale per gli Affari Internazionali, all'attenzione della dott.sa Paola Gigante, Dirigente dell'Ufficio VI, Viale Trastevere 76/a, 00153 Roma - entro il 30 Settembre 2009 unitamente alla copia documentata della domanda-curriculum di ciascun candidato prescelto ed al verbale con l'indicazione dei criteri e dei motivazioni delle scelte operate.
Risulterà utile ricevere anticipatamente i suddetti elenchi ai seguenti indirizzi di posta
elettronica: "rita.renda@istruzione.it " e "cinzia.talvacchia@istruzione.it"
Ove taluni candidati abbiano una sede di servizio diversa da quella di titolarità, la competenza della Direzione Regionale è determinata dalla Sede di servizio.
La scrivente Direzione Generale, nella sua qualità di "agente di collegamento" per l'Italia del citato Programma "Pestalozzi" provvederà a proporre alle competenti autorità dei Paesi organizzatori dei singoli corsi i nominativi prescelti, con riferimento alle tematiche e nei limiti delle disponibilità dichiarate dai vari Paesi.
Per partecipare ai corsi i candidati selezionati dalla rispettiva Direzione Scolastica Regionale, dovranno esaminare l'elenco degli Stage offerti dai paesi membri del Consiglio d'Europa. L'elenco è disponibile sul sito web del Consiglio d'Europa, "http:/www.coe.int/pestalozzi", oppure "http:/www.coe.int/formation".
I candidati dovranno poi far pervenire allo scrivente Ufficio, con almeno sei settimane di anticipo sulla data limite di invio della candidatura al paese organizzatore da parte dell'Agente di Collegamento Nazionale (e non della data di svolgimento dello stage), il formulario di candidatura, anch'esso scaricabile dal sopraccitato sito del Consiglio d'Europa, compilato in ogni sua parte dal candidato stesso e controfirmato dal suo superiore gerarchico nel riquadro a sinistra in basso dell'ultima pagina. Il citato Formulario compilato andrà inviato per fax (n. 06-5849 2967), ma anche per posta, al fine di acquisire agli atti l'originale, allo scrivente Ministero, Direzione Generale per gli Affari Internazionali, all'attenzione della dott.ssa Paola Gigante, Dirigente dell'Ufficio VI, Viale Trastevere 76/a, 00153 Roma.
L'invio del questionario dovrà essere anticipato via e-mail ai seguenti indirizzi di posta elettronica: "rita.renda@istruzione.it" e "cinzia.talvacchia@istruzione.it" .
Al rientro dai corsi i partecipanti dovranno inviare alle autorità del Paese organizzatore ed al Consiglio d'Europa una relazione redatta nella lingua di lavoro del corso frequentato
Una copia di detta relazione, redatta in lingua italiana, sarà trasmessa alla scrivente Direzione Generale ed al Direttore Scolastico Regionale di rispettiva competenza, il quale ne curerà la diffusione tra il corpo docente.
Si specifica che non saranno prese in alcuna considerazione, né restituite, le istanze inviate direttamente alla scrivente Direzione Generale senza il previo esame del competente Ufficio Scolastico Regionale, né i formulari compilati da parte di candidati che non abbiano superato la selezione regionale.
I Direttori Scolastici Regionali sono invitati a diramare il contenuto della presente a tutte le istituzioni scolastiche operanti nel territorio di rispettiva competenza.

IL DIRETTORE GENERALE
f.to Antonio Giunta La Spada

 Allegati
 Schema di domandaScarica
 Destinatari
Ai Direttori Scolastici Regionali - LORO SEDI
Al Sovrintendente agli Studi per la Regione
Autonoma Valle d'Aosta - AOSTA
Al Sovrintendente Scolastico per la Scuola di Lingua Italiana - BOLZANO
All'Intendente Scolastico per la Scuola di
Lingua tedesca - BOLZANO All'Intendente Scolastico per la Scuola di Lingua Ladina - BOLZANO
Alla Provincia Autonoma - TRENTO
e,p.c.
Al Capo del Dipartimento per la Programmazione e la Gestione delle
Risorse Umane, Finanziarie e Strumentali