Home » Istruzione » Normativa » 2010 » Marzo » prot2173_10
 
 
Prot. n. 0002173 R.U.
 

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione
Ufficio VI

Roma, 22 marzo 2010

Oggetto: Piano nazionale per l’orientamento lungo tutto il corso della vita: azioni di preparazione ai seminari di formazione nazionale.


Con la nota prot.n. 0004180 del 29 luglio 2009, concernente le azioni di orientamento a livello regionale, sono state fornite a codesti Uffici Scolastici Regionali indicazioni relative alla predisposizione di Piani d’azione in materia di orientamento, coerenti con la C.M. n. 43/2009 e con i bisogni locali, e in raccordo con gli altri Soggetti e Istituzioni competenti.
Con la stessa nota sono state richieste informazioni a completamento della documentazione già in possesso dell’Ufficio scrivente in relazione alla composizione dei team regionali, nonché ai nominativi dei responsabili delle azioni da sviluppare a livello locale ( organizzazione di incontri, seminari o conferenze di servizio finalizzate a far conoscere e condividere le azioni e i processi messi in atto, in continuità, dal livello nazionale a quello locale).
Alla data odierna, nella maggioranza di codesti Uffici sono stati costituiti i suddetti team, sono stati individuati i referenti regionali e sono stati predisposti piani di azione in coerenza con i bisogni monitorati, nella direzione di creare rete e sistema dal livello nazionale al locale.
Permangono, tuttavia, in alcuni territori situazioni di incertezza e piani di intervento non definiti. Ciò costituisce una criticità rispetto allo sviluppo del Piano Nazionale di Orientamento, che l’Amministrazione sta portando avanti, tramite il Forum Nazionale per l’orientamento, istituito con Decreto Dipartimentale n. 54/2009, nella direzione di costruire un’Intesa nazionale con tutti i Soggetti coinvolti per il coordinamento di un Piano di azioni e di servizi in materia di orientamento condivisi da tutti i Soggetti. L’ufficio scrivente, consapevole dell’importanza della dimensione educativa dell’orientamento per la riuscita di efficaci percorsi d’istruzione e formazione degli studenti, ha provveduto a finanziare, con nota prot. n. 0006260 del 21/12/2009, i Piani regionali di orientamento, messi a punto dai “Team regionali” con il vincolo unico della coerenza dei percorsi con le linee guida della C.M. n. 43/2009.
Con la stessa nota è stata nuovamente richiamata l’attenzione delle SS.LL. sulla responsabilità e il ruolo dei Team regionali per l’orientamento, che hanno il compito di coordinare le azioni locali, promuovere il ruolo attivo di tutti i partecipanti, attivare la rete locale e curare la definizione di percorsi di formazione a beneficio degli operatori delle scuole.

A tal proposito, nell’intento di rendere efficace il lavoro locale, le SS.LL. sono state invitate ad integrare i team regionali in caso di riscontrata assenza di rappresentanti di Istituzioni o Soggetti responsabili di azioni e di servizi di supporto ai processi in atto, come ad es. l’A.N.S.A.S.
Tanto premesso, in relazione alla realizzazione di nuovi percorsi di formazione, che prevedono l’organizzazione di nuovi appuntamenti seminariali nazionali, si comunica che gli stessi saranno effettuati nella prima metà del mese di maggio. La decisione di procrastinarne la realizzazione fa seguito alla considerazione che i processi di riforma in atto rendono necessario attenderne il completo sviluppo, al fine di affrontare con fondatezza e precisione percorsi formativi che siano complementari ai processi in atto e coerenti con i bisogni del territorio, nonché con l’impianto del Piano Nazionale di Orientamento.
A tal fine, in accordo con il Dipartimento per l’Istruzione, si è convenuto sulla necessità di coinvolgere i “team regionali” nel lavoro preparatorio dei citati seminari, affinché essi possano essere una efficace risposta ai bisogni dei diversi territori e degli operatori. Essi, infatti, proseguendo il percorso di sviluppo e di approfondimento dei presupposti culturali e metodologici del Piano Nazionale di orientamento, si soffermeranno, in particolare, su due aspetti che risultano essere significativi anche nell’impianto culturale della nuova scuola secondaria di 2° grado, cioè:

  • la progettazione per competenze,
  • la didattica laboratoriale in classe,

nella dimensione trasversale dell’orientamento.
Ai seminari prenderanno parte oltre ai componenti dei team regionali per l’orientamento e delle Delivery Unit (Unità di consegna), costituite nelle regioni di Abruzzo, Lazio, Lombardia, Puglia, Sicilia, Veneto con il compito di accompagnare con opportune iniziative progettuali il riordino dell’istruzione tecnica, una rappresentanza regionale di dirigenti scolastici di 1° e 2° grado, considerata la processualità e trasversalità dell’orientamento e la delicatezza della fase di transizione tra un grado e l’altro dell’istruzione, nonché rappresentanti di altre istituzioni, a cominciare dagli Enti Locali.

A tale scopo, in attesa di definire le date dei seminari e la composizione dei gruppi regionali partecipanti, su cui si invitano le SS.LL. ad operare una preventiva riflessione, si invitano le SS.LL. ad organizzare, nei modi che riterranno più opportuni, occasioni di ascolto, di analisi, di confronto, di approfondimento e di riflessione tra gli operatori della scuola e del territorio per raccogliere istanze, bisogni, problemi e criticità, in merito ai “nodi culturali” relativi all’impianto delineato e ai processi di riforma in atto, nella cornice dell’orientamento lungo tutto il corso della vita. Per la realizzazione di tali occasioni di incontro ed ascolto, organizzate secondo le modalità ritenute più congrue ed efficaci, si invitano le SS.LL. a dare mandato ai su richiamati “Team regionali per l’orientamento”, in collaborazione con le Delivery Unit , ove operanti, per la organizzazione e realizzazione di tali interventi di ascolto dei territori e degli operatori coinvolti, sia dirigenti scolastici, sia docenti, sia rappresentanti degli Enti Locali, sia genitori.
I contributi, raccolti in una sintesi omogenea per problemi e ordine di scuola, andranno inviati all’Ufficio scrivente entro e non oltre il 20 aprile 2010, unitamente ad una prima proposta di composizione del gruppo dei partecipanti.
Detti contributi saranno preziosi per la definizione dell’impianto dei seminari, che si articoleranno come approfondimento delle criticità e bisogni espressi.
Si comunica, infine, che saranno realizzati tre seminari, uno dedicato ai licei, uno agli istituti tecnici e uno agli istituti professionali, sui temi sopra richiamati della didattica per competenze e della didattica laboratoriale nella dimensione trasversale e permanente dell’orientamento.

Nel ringraziare per la consueta collaborazione, si invitano le SS.LL. a rivolgersi per qualsiasi istanza all’indirizzo seguente: Speranzina.ferraro@istruzione.it

IL VICE DIRETTORE GENERALE
F.to Sergio SCALA

 Destinatari
Ai Direttori Generali
degli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI

e p.c. Al Capo Dipartimento per l’Istruzione
Giuseppe Cosentino
SEDE

Al Direttore Generale
per l’Istruzione e Formazione Tecnica Superiore
Maria Grazia Nardiello
SEDE

Al Direttore Generale
per gli Ordinamenti Scolastici
Mario G. Dutto
SEDE

Ai componenti dei Gruppi regionali per l’orientamento

Ai componenti delle Delivery Unit degli USR:
- Abruzzo,
- Lazio,
- Lombardia,
- Puglia,
- Sicilia,
- Veneto