Vai alla homepage URPVai alla homepage del sito MIUR

Vuoi contribuire a far crescere questa pagina?
Fai sentire la tua voce!

immagine la parola al cittadino

la parola
al cittadino

Come si diventa personale ATA

Il personale ATA amministrativo, tecnico e ausiliario statale degli istituti e scuole di istruzione primaria e secondaria, delle istituzioni educative e degli istituti e scuole speciali statali, assolve alle funzioni amministrative, contabili, gestionali, strumentali, operative e di sorveglianza connesse all'attività delle istituzioni scolastiche, in rapporto di collaborazione con il dirigente scolastico e con il personale docente.

Il personale ATA, in base alle mansioni svolte, è suddiviso in diversi profili professionali, raggruppati in quattro Aree, ai quali si accede con determinati requisiti:

Area Profilo Requisiti per l’accesso
A Collaboratore scolastico (CS): in tutte le scuole Diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale, diploma
di maestro d’arte, diploma di scuola magistrale per l’infanzia, qualsiasi diploma
di maturità, attestati e/o diplomi di qualifica professionale, entrambi di durata
triennale, rilasciati o riconosciuti dalle Regioni
AS Collaboratore scolastico addetto all'azienda agraria (CR), solo negli istituti agrari Diploma di qualifica professionale di :
1- operatore agrituristico;
2- operatore agro industriale;
3- operatore agro ambientale.
B Assistente Amministrativo (AA): in tutte le scuole Diploma di maturità
Assistente Tecnico (AT): solo nelle scuole secondarie di II grado Diploma di maturità che dia accesso a una o più aree di laboratorio secondo la tabella di corrispondenza titoli di studio/laboratori allegata al Bando
Cuoco (CU): solo nei convitti/educandati Diploma di qualifica professionale di Operatore dei servizi di ristorazione,
settore cucina.
Infermiere (IF): solo nei convitti/educandati Laurea in scienze infermieristiche o altro titolo ritenuto valido dalla vigente normativa per l’esercizio della professione di infermiere
Guardarobiere (GU): solo nei convitti/educandati Diploma di qualifica professionale di Operatore della moda
D Direttore dei servizi generali ed amministrativi (DSGA): in tutte le scuole Laurea del vecchio ordinamento ovvero specialistica/magistrale in giurisprudenza; in scienze politiche sociali e amministrative; in economia e commercio o titoli equipollenti.

 

Graduatorie di circolo e d’istituto personale ATA

In ciascuna scuola sono presenti delle graduatorie da utilizzare per gli incarichi a tempo determinato e  le supplenze del personale ATA.
Le graduatorie d’istituto sono divise in tre fasce, che determinano l’ordine secondo il quale sono convocati i candidati.
Prima fascia: sono presenti i candidati inseriti nelle graduatorie provinciali permanenti (24 mesi- art 554 del D.lgs 297/1994)
Seconda fascia: sono presenti i candidati inseriti nelle graduatorie provinciali ad esaurimento di collaboratore scolastico, elenchi provinciali ad esaurimento di Assistente Amministrativo,  Assistente Tecnico, Cuoco  Infermiere, Guardarobiere (DM 75/2001), elenchi  provinciali ad esaurimento di addetto alle aziende agrarie (DM 35/2004)-
Terza Fascia: sono presenti i candidati in possesso dei titoli di accesso ai profili professionali previsti dal Bando che viene emanato dal MIUR con cadenza triennale.

Graduatorie di circolo e di istituto ATA- terza fascia

Chi è in possesso dei requisiti per l’accesso ai profili personali del Personale ATA (A;As;B – vedi tabella), può richiedere l’iscrizione nelle graduatorie d’Istituto di III fascia per svolgere incarichi di supplenza a tempo determinato.
La domanda prevede la scelta da parte del candidato di 30 istituzioni scolastiche appartenenti ad una medesima Provincia.
L’apertura delle iscrizioni alle graduatorie viene indetta con apposito decreto ministeriale ogni tre anni.
Oltre ai  titoli di studio riportati in tabella, sono requisiti validi per la presentazione della domanda:

Vai alla pagina web

Come ci si iscrive…

  1. Il candidato compila e presenta la domanda di iscrizione - Allegato D1 ad una scuola di sua scelta della Provincia in cui intende prestare servizio. Nel caso in cui il candidato intende confermare il/i profilo/i e il punteggio assegnatogli nel precedente triennio, compila e presenta l’Allegato D2.
    L’invio degli Allegati D1 o D2 avviene tramite posta o consegna a mano entro l’8 ottobre 2014.
    Per consultare il Bando e scaricare gli Allegati clicca qui
  2. Il candidato, dopo aver inviato la domanda di iscrizione in graduatoria (Allegato D1) o di conferma (Allegato D2), compila l’Allegato D3 e sceglie 30 scuole di una medesima provincia per le quali chiede di essere inserito nelle graduatorie di terza fascia. L’Allegato D3 Si trova all’interno del portale POLIS - Istanze on line e sarà disponibile dopo l’8 ottobre 2014.
    L’invio dell’Allegato D3 avviene esclusivamente per via telematica tramite il portale POLIS - Istanze on line. Per registrarsi al portale clicca qui.
  3. La scuola che ha ricevuto la domanda di iscrizione (Allegato D1) o di conferma (Allegato D2) valuta i titoli dichiarati dal candidato e assegna  punteggio in base agli Allegati A/1/2/3/4/5 del Bando.
  4. Il punteggio del candidato viene trasmesso a tutte le 30 scuole indicate dal candidato nell'Allegato D3. Ciascuna scuola riceve il punteggio del candidato e lo inserisce nella propria graduatoria di terza fascia.
  5. Ciascuna scuola pubblica la propria graduatoria d’Istituto in modalità provvisoria. I candidati hanno tempo 10 giorni dal momento della pubblicazione delle graduatorie per fare reclamo nel caso di esclusione dalla graduatoria o per chiedere la correzione del punteggio assegnato. La scuola valuta i reclami ed eventualmente modifica la graduatoria e la pubblica in modalità definitiva. Avverso la graduatoria definitiva i candidati possono presentare ricorso giurisdizionale.

NB: qualora il candidato sia iscritto nelle graduatorie permanenti o ad esaurimento provinciali ed intenda cambiare Provincia in cui prestare servizio, dovrà presentare domanda di depennamento (Allegato D4) all’Ambito Territoriale della Provincia nelle cui graduatorie è iscritto e contestualmente presentare l’allegato D1 ad una istituzione scolastica della nuova Provincia scelta.

Graduatorie ed elenchi provinciali personale ATA

Per il personale ATA sono previste a livello provinciale le seguenti graduatorie ed elenchi:

  1. graduatorie provinciali permanenti (24 mesi- art 554 del D.lgs 297/1994)
  2. graduatorie provinciali ad esaurimento di collaboratore scolastico, elenchi provinciali ad esaurimento di Assistente Amministrativo,  Assistente Tecnico, Cuoco  Infermiere, Guardarobiere (DM 75/2001), elenchi  provinciali ad esaurimento di addetto alle aziende agrarie (DM 35/2004)

1.Graduatorie provinciali permanenti 
Si accede alle graduatorie tramite concorso per soli titoli per l’accesso ai ruoli provinciali relativi ai profili professionali dell’area A e B del personale ATA (Decreto legislativo 16 Aprile 1994, n. 297, art. 554).
Il concorso, annualmente bandito dagli Uffici scolastici Regionali per ciascun profilo professionale (Ordinanza Ministeriale 23 Febbraio 2009, n. 21), è riservato a coloro che hanno prestato 24 mesi di servizio nella scuola statale, anche non continuativo, nello stesso profilo professionale per il quale si concorre.
Le graduatorie provinciali permanenti sono  utilizzate per il conferimento di incarichi a tempo indeterminato, in base al numero di unità stabilito annualmente per Decreto Ministeriale.
L’inserimento in questo graduatorie comporta anche l’inserimento nelle graduatorie di circolo e d’Istituto di prima fascia.
Vai alla pagina web

2. Le graduatorie e gli elenchi provinciali ad esaurimento
Sono costitute in base ai DDMM 75/2001 e 35/2004, sono utilizzati per il conferimento di supplenze annuali e temporanee fino al termine delle attività didattiche.
L’inserimento in queste graduatorie comporta anche l’inserimento nelle graduatorie di circolo e d’Istituto di seconda fascia.

Per i DSGA Le assunzioni a tempo indeterminato avvengono tramite le graduatorie prodotte da appositi concorsi ordinari. Le medesime graduatorie possono essere utilizzate per il conferimento di incarichi a tempo determinato.